SENSIBILIZZAZIONE ATTRAVERSO IL BASKIN NELLE SCUOLE

SENSIBILIZZAZIONE ATTRAVERSO IL BASKIN NELLE SCUOLE

Ciao a tutti,

Lunedì 20 febbraio, insieme alla squadra Panda Baskin Altopascio, si è svolta la giornata di Baskin nella palestra comunale di Altopascio con i ragazzi della scuola Media Istituto comprensivo.

Durante la mattinata sono stati presenti: l’Assessore Ilaria Sorini e l’Ingegnere Marco Pellizzon dell’Ortepedia Michelotti che ringraziamo per la loro presenza e disponibilità.

Condividiamo con voi alcuni momenti della giornata.

 

 

 

Annunci

ALTOPASCIO, SUCCESSO PER LA GIORNATA DEDICATA AL BASKIN

ALTOPASCIO, SUCCESSO PER LA GIORNATA DEDICATA AL BASKIN

Ciao a tutti,

Baskin per tutti, ad Altopascio. Una giornata di inclusione, di sport e soprattutto di grande divertimento.

Alla palestra comunale di via Marconi, infatti, tre classi della scuola media “Giuseppe Ungaretti” hanno potuto cimentarsi in un’appassionante partita di baskin (basket inclusivo) che è stata organizzata dall’associazione Luccasenzabarriere, con la preziosa collaborazione di Panda Baskin Altopascio e dell’amministrazione comunale.
Dopo un primo momento, durante il quale sono state spiegate le regole del gioco, gli alunni, grazie alla collaborazione dei docenti, hanno giocato a “basket inclusivo”, una disciplina sportiva ispirata al basket che permette la partecipazione di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità.

Questa giornata di sport è stata pensata per lanciare un messaggio importante, ovvero che non devono esistere barriere.

Lo sport permette di esprimere valori importanti, come la solidarietà, il rispetto delle regole e dell’avversario, l’inclusione e la voglia di divertirsi e di partecipare.

Ringraziamo l’Ortopedia Michelotti per aver messo a disposizione le carrozzine per poter giocare la partita, ringrazio anche Massimiliano Pisani per il generoso sostegno che ci ha fornito anche in questa occasione.

Fondamentale ovviamente il ruolo di Panda Baskin Altoapascio, che fa un’opera di inclusione indispensabile. Infine, la collaborazione delle istituzioni, come il Comune e l’Istituto Comprensivo, per la diffusione di una sensibilità diffusa nei confronti delle persone disabili è importante, e dobbiamo dire che ad Altopascio abbiamo trovato un terreno fertile per mettere in campo diverse iniziative, che saranno annunciate nelle prossime settimane».

Un grazie in particolare a tutti i ragazzi che si soso potuti mettere in gioco.

 

alt

LUCCASENZABARRIERE SI DISSOCIA DAL COMUNE DI PORCARI: “STALLI IRREGOLARI, NON SI ESPONGANO I NOSTRI CARTELLI

LUCCASENZABARRIERE SI DISSOCIA DAL COMUNE DI PORCARI: “STALLI IRREGOLARI, NON SI ESPONGANO I NOSTRI CARTELLI

Ciao a tuttI,

Ci dissociamo dal Comune di Porcari.
Non usiamo giri di parola, non vogliamo che il Comune di Porcari esponga i nostri cartelli provocatori con la frase “Vuoi il mio posto prendi il mio handicap” fino a che gli stalli per disabili non saranno a norma.
Ieri sera abbiamo saputo che finalmente il Comune aveva fatto i dieci stalli per disabili che aveva promesso, peccato però che otto di questi non sono in regola, lo abbiamo potuto verificare oggi.
Era il 19 settembre 2017 quanto l’associazione, il sindaco Leonardo Fornaciari e gli altri componenti dell’amministrazione annunciavamo l’intenzione del Comune di mettere a norma gli stalli per disabili e di installarvi i cartelli provocatori realizzati dall’associazione con il contributo di Laboratorio 6 di Massimiliano Pisani.
All’epoca ne venne già installato uno, che però fu abbattuto poco tempo dopo da un veicolo.
La settimana precedente alla conferenza stampa eravamo andati a fare una mappatura degli stalli esistenti con l’assessore Lisa Baiocchi, dove era stato riscontrato che le dimensioni degli stessi non erano in linea con il codice della strada.
L’amministrazione volle comunque annunciare pubblicamente l’iniziativa dei cartelli, garantendo che gli stalli sarebbero stati sistemati.
Dopo vari e ripetuti nostri solleciti, a gennaio l’amministrazione fece un comunicato, in cui la consigliere comunale Eleonora Lamandini annunciava che a breve sarebbero partiti i lavori.
Venerdì 16 febbraio sono stati finalmente fatti gli stalli.
Stamattina mi sono recato con un volontario dell’associazione, li abbiamo misurati, e abbiamo verificato che otto non sono in regola per le dimensioni.
Avevamo fornito suggerimenti all’amministrazione su come mettere a norma gli stalli  ma sono riusciti a sbagliare ancora.
Siamo amareggiati da questa situazione e vogliamo far sapere ai cittadini e sostenitori che non vi abbiamo alcuna responsabilità.

 

dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav
dav

 

LUCCASENZABARRIERE, RINGRAZIA L’ORTOPEDIA MICHELOTTI

LUCCASENZABARRIERE, RINGRAZIA L’ORTOPEDIA MICHELOTTI

Ciao a tutti,

Alcuni mesi fa, ci siamo presentati all’Ortopedia Michelotti, presentandogli i nostri progetti e sin da subito è nata una stretta collaborazione e partecipazione.

Come ben sapete, attraverso la nostra associazione, presentando la nostra tessere associativa all’Ortopedia Michelotti potrete usufruire di uno sconto sulla vasta gamma dei loro articoli, pari al 10%.

Michelotti dopo alcune chiaccherate, un giorno ci ha dato un consiglio e noi lo abbiamo messo in atto portando il basket inclusivo nelle scuole della nostra provincia.

Oggi l’Ortopedia Michelotti, ha fatto un comunicato stampa, dove parla del nostro progetto già realizzato lo scorso dicembre nella scuola media del comune di Porcari e martedì prossimo alla palestra comunale di Altopascio.

Ringraziamo e pubblichiamo per esteso il loro comunicato.

 

IL BASKIN INCONTRA GLI STUDENTI DELLA SCUOLA MEDIA DI ALTOPASCIO

 

Martedì 20 febbraio appuntamento alla Palestra Comunale di Altopascio per una presentazione di “basket inclusivo” tra disabili e normodotati. L’iniziativa è organizzata da Luccasenzabarriere e Panda Baskin Altopascio, con il patrocinio del Comune di Altopascio.

Lo scopo è quello di combattere la discriminazione e far capire ai più giovani che lo sport è per tutti. Per questo l’associazione Luccasenzabarriere e Panda Baskin Altopascio, con il patrocinio del Comune di Altopascio, organizzano per martedì 20 febbraio una presentazione di baskin coinvolgendo gli alunni della Scuola secondaria di I° Grado “G. Ungaretti” di Altopascio. Alla Palestra Comunale di Altopascio, 3 classi dell’istituto coinvolto si metteranno alla prova assieme ai giocatori del Panda Baskin, mentre studenti di altre classi siederanno sugli spalti ad assistere all’esibizione di questa disciplina inclusiva. Per l’occasione, Michelotti Ortopedia metterà a disposizione 4 carrozzine adatte alla pratica di questo sport; l’azienda lucchese è un riferimento per il territorio ed è solita fornire il suo supporto per simili iniziative.
La giornata sarà aperta alle ore 9.00 da una breve introduzione che vedrà l’intervento di: Ilaria Sorini, assessore al Sociale del Comune di Altopascio; Domenico Passalacqua, presidente di Luccasenzabarriere; i ragazzi del Panda Baskin spiegheranno quindi le regole del gioco e poi via alla partita dimostrativa. Tutto si concluderà entro le 13 e sarà importante, per i promotori dell’iniziativa, conoscere le sensazioni dei partecipanti per capire quanto sia arrivato il messaggio.
«Questi appuntamenti – afferma Domenico Passalacqua – servono per sensibilizzare i ragazzi e far capire loro che quando si trovano davanti a persone con disabilità devono guardarle come tutte le altre persone. Lo sport è per tutti e attraverso di esso è importante lavorare per non far crescere la discriminazione. Per questo, al termine della giornata, avremo un confronto con i partecipanti per capire cosa hanno provato nell’utilizzo delle carrozzine. Ringraziamo il Comune di Altopascio per questa opportunità, Michelotti Oropedia per il supporto e anche Massimiliano Pisani, nostro grande sostenitore”.
L’associazione Luccasenzabarriere Onlus nasce a Lucca nel 2017 per rispondere alle molteplici necessità che oggi un disabile può avere muovendosi sul territorio; la sua attività è finalizzata a sensibilizzare la comunità sui temi della disabilità.
Ma che cos’è il baskin? É uno sport che si ispira al basket ma ne cambia regolamento e strutture.
Del basket conserva l’obiettivo fondamentale, che è quello di fare canestro con una palla, ma il baskin introduce nuovi canestri, nuove aree, nuove regole. Una sorta di basket inclusivo, insomma, pensato per consentire a giocatori con disabilità (fisica e/o mentale) e a giocatori normodotati, maschi e femmine, indipendentemente dal livello di abilità, età, sesso, di giocare sullo stesso campo e nello stesso tempo. Integrazione, adattamento delle regole alle persone e divertimento sono i capisaldi di una disciplina in crescita anche sul territorio lucchese, dove sono già in agenda appuntamenti futuri.
alto

REPLICHIAMO ALLA DIRIGENTE FARSETTI: NOI RISPETTIAMO GLI INSEGNANTI

REPLICHIAMO ALLA DIRIGENTE FARSETTI: NOI RISPETTIAMO GLI INSEGNANTI

Ciao a tutti,

Siamo rimasti davvero sorpresi dalla risposta della dirigente del comprensivo Pascoli di Barga, noi abbiamo piena fiducia negli insegnanti.

Nei giorni precedenti l’associazione aveva diramato un comunicato stampa nel quale si diceva amareggiata per la scarsa adesione delle classi barghigiane al progetto di sensibilizzazione promosso da noi stessi.

Avevamo esplicitamente scritto nel comunicato che rispettiamo l’autonomia dei docenti, ma non possiamo non chiederci il perché di così poche adesioni a un progetto che era stato pure approvato dall’amministrazione comunale locale e che verrà messo in atto anche in altri comuni della provincia di Lucca.

Inoltre ricordato che il progetto presentato non riguarda la didattica dei bisogni educativi speciali ma la sensibilizzazione. “Sappiamo bene che i bisogni educativi speciali (BES) sono svariati e racchiudono non solo la disabilità ma anche i disturbi specifici d’apprendimento (DSA) e le difficoltà dovute a svantaggio sociale, culturale o determinato dalla non conoscenza della lingua e della cultura italiana.

Sono i consigli di classe a redigere, qualora ne ricorrano le condizioni, un Piano Didattico Personalizzato (PDP), non certo la nostra associazione che ha come fine ultimo quello di sensibilizzare alla tematica della rimozione delle barriere sociali, relazionali e architettoniche”.

Come già scritto nel precedente comunicato, auspichiamo un ripensamento dei docenti che non hanno aderito, pertanto siamo disponibili a chiarire meglio i contenuti della nostra proposta con la dirigente, con gli insegnanti e anche con i genitori.

Alleghiamo il nostro precedente intervento e la replica della Dirigente Farsetti.

 

http://www.giornaledibarga.it/2018/02/luccasenzabarriere-le-scuole-barga-siano-piu-sensibili-problemi-disabilita-301282/

http://www.giornaledibarga.it/2018/02/farsetti-replica-luccasenzabarriere-le-scuole-del-comprensivo-sempre-impegnate-progetti-volti-allinclusione-301322/

 

wp-image-1722080087

BARGA, SCUOLE SIANO PIU’ SENSIBILI A PROBLEMI DISABILITA’

BARGA, SCUOLE SIANO PIU’ SENSIBILI A PROBLEMI DISABILITA’

Ciao a tutti,

Dalle scuole e dai docenti di Barga ci attendevamo più sensibilità sulle problematiche dei disabili.
Siamo delusi e amareggiati, per la davvero scarsa adesione delle classi del territorio barghigiano al progetto di sensibilizzazione promosso dall’associazione.
Va anzitutto ricordato che si trattava di un progetto approvato e supportato dall’amministrazione comunale, che ringraziamo per la sensibilità sull’argomento. Si trattava di un’iniziativa articolata in sei giorni, proposta in due diverse versioni, una per i bambini delle elementari e una per i ragazzi delle scuole medie.
A novembre eravamo stati a parlarne con la direttrice didattica.
A metà dicembre la scuola ci ha ricontattato, dicendoci che la cosa si faceva, che era già stato buttato giù un programma e che avevano aderito quasi tutti i docenti, per un totale di circa 30 classi.
E invece, pochi giorni fa, i numeri sono drasticamente calati.
Dopo un periodo di silenzio, siamo stati ricontattati dalla scuola che ci comunica che al progetto hanno aderito solo tre classi delle medie, almeno da quanto ci ha riferito la dirigente.
Troppo poche, francamente.
Rispettiamo l’autonomia degli insegnanti, ma siamo amareggiati dalle scarse adesioni.
La sensibilità sul tema della disabilità deve partire dalle scuole, speriamo in un ripensamento da parte dei docenti che non hanno aderito.
wp-image-1722080087

CONTINUA IL NOSTRO PERCORSO CON IL BASKIN NELLE SCUOLE

CONTINUA IL NOSTRO PERCORSO CON IL BASKIN NELLE SCUOLE

Ciao a tutti,

Luccasenzabarriere e Panda Baskyn Altopascio, con il patrocinio del Comune di Altopascio, organizzano per martedì 20 febbraio una presentazione del baskin coinvolgendo gli alunni della scuola secondaria di I Grado di Altopascio.
Durante tutta la mattina gli alunni, grazie alla collaborazione dei docenti, potranno provare a giocare una partita di “basket inclusivo” che vede in campo disabili e normodotati.
Ringraziamo il comune di Altopascio per questa opportunità.
loghi altopascio