IL MIO PROGRAMMA PER SiAmo Lucca

Ciao a tutti,

Il obbiettivo è quello di rendere Lucca più accessibile a tutti. 

.

CONCETTI DI BASE DA SVILUPPARE PER LA COMUNICAZIONE DEL PROGETTO POLITICO

TEMA DEL PROGETTO: DISABILI E TERZA ETÀ.

Unire le problematiche delle categorie oggetto della proposta politica porterebbe ad un allargamento notevole del target di riferimento.

INTERVENTI SUL TERRITORIO E SENSIBLIAZZAZIONE AL TEMA PROMOSSO VERSOLE LE ISTITUZIONI E LA COMUNITA’:

  1. COINVOLGIMENTO A LIVELLO POLITICO ISTITUZIONALE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E ENTI LOCALI PER L’INCENTIVAZIONE ALLA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI.

Contatti e relazioni con le funzioni strategiche da individuare che abbiano potere decisionale a vari livelli o caratteristiche di facilitatori nel rapporto con gli enti preposti alle tematiche dei singoli

progetti

  1. SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI E DISABILI.

Promuovere l’assistenza e degenza domiciliare incentivando e creando funzioni di coordinamento tra le organizzazioni di volontariato e il servizio civile: l’anziano e il disabile a casa propria costano meno alla comunità e si migliora la loro qualità di vita.

  1. ITINERA.

Prevedere presenza costante e numericamente adeguata, in relazione ad un ipotizzato afflusso turistico, di carrozzine ed altri ausili da mettere a disposizione di soggetti disabili o con difficoltà motorie limitate nel tempo, ospiti della nostra città per consentire loro indistintamente la visita e la conoscenza della città e delle sue attrattive come previsto istituzionalmente da Itinera.

  1. CENTRO PER L’IMPIEGO.

In relazione alla Legge 68 incentivare l’oculatezza delle selezioni e delle proposte di lavoro fatte in riferimento alle effettive condizioni del disabile e delle caratteristiche reali delle mansioni lavorative proposte. Maggiore vigilanza e controllo, successivo all’attivazione dell’attività lavorativa, nei confronti del datore di lavoro e dell’ambiente lavorativo per la salvaguardia dei diritti/doveri sia del lavoratore che del datore di lavoro.

  1. PERCORSI LOGES E STALLI PER DISABILI.

Opera di sensibilizzazione a mezzo di adeguata comunicazione rivolta alla comunità per il rispetto ed il corretto utilizzo degli stalli riservati ai disabili e ai percorsi “LOGES”.

STRUTTURAZIONE DI UN PIANO DI INTERVENTO URBANISTICO PER LA MOBILITÀ DEDICATO A DISABILI E ANZIANI CON DIFFICOLTA’ MOTORIE:

  1. ATTRAVERSAMENTO PEDONALE BORGO GIANNOTTI.

Modifica del sottopasso esistente lato INPS con creazione di rampa che consenta l’attraversamento facilitato.

  1. ATTRAVERSAMENTI PEDONALI CIRCONVALLAZIONE.

Creazione di attraversamenti pedonali nella circonvallazione in corrispondenza delle porte per consentire l’accesso all’interno delle mura.

  1. PERCORSI LOGES.

Adeguata segnalazione dell’esistenza dei percorsi “Loges” nei tratti stradali nei quali sono attualmente realizzati eseguite con modalità di effettiva utilità sia ai non vedenti, perché ne possano riconoscere agevolmente la presenza, e ai normo vedenti perchè ne possano riscontrare agevolmente l’esistenza e ad avere conseguentemente un comportamento corretto nel rispetto dell’utilizzo della funzionalità

  1. BARRIERE ARCHITETTONICHE NELLE SEDI DI ATTIVITA’ ECONOMICHE E COMMERCIALI.

Prevedere la realizzazione delle opere necessarie a consentire l’accesso alle stesse mediante adeguate attrezzature (piattaforme mobili etc.).

Attività di controllo e verifica dell’applicazione delle normative vigenti che prevedono l’abbattimento delle barriere architettoniche in contesto di variazione di titolarità di attività commerciali ed economiche in generale.

  1. ASCENSORE INTERNO POSTO PRESSO LA DENOMINATA “CASA DEL BOIA”.

Rivedere ed ampliare il calendario di fruizione del Servizio.

  1. PISCINA COMUNALE.

Prevedere opere e la disponibilità degli ausili che consentano un accesso agevole e in massima sicurezza alle vasche per disabili e anziani.

  1. CINTA MURARIA CITTADINA.

Opere strutturali che consentano un comodo accesso agevole e in massima sicurezza alle panchine alle persone con difficoltà motorie.

  1. VERIFICHE DI FUNZIONALITÀ DEGLI AUSILI SUI MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICO. Adeguata formazione del personale presente sul mezzo per il corretto utilizzo degli ausili presenti per la tutela dell’utente e dell’operatore dell’Azienda di Trasporto.
  2. BARRIERER ARCHITETTONICHE NELLE STRUTTURE SCOLASTICHE.

Monitoraggio e interventi di urgenza per l’annullamento delle barriere architettoniche eventualmente presenti nelle strutture scolastiche, strutture destinate alla formazione ed alle attività culturali.

  1. PENSILINE TRASPORTO PUBBLICO. Adeguamento delle pensiline esistenti in relazione alla adeguata fruizione di tali supporti da parte di persone con problemi motori.

UN ALTRO OBBIETTIVO RAGGIUNTO

UN ALTRO OBBIETTIVO RAGGIUNTO

Ciao a tutti,

Nel Giugno 2015, presi contatto con l’azienda che gestisce il trasporto urbano CTTNord dove  chiesi di modificare il posizionamento degli orari.

Nel fare un giro accurato avevo notato che la maggior parte delle paline, dove vi sono posizionati gli orari dei trasporti, esse erano posizionate in maniera errata, o troppo alti o addirittura rivolti verso la carreggiata e di conseguenza chi ha problemi motori non riusciva a leggerli.

Nel Luglio 2015, l’azienda ha provveduto nel riposizionarle.

 

20150710

20150707

ALTRO OBBIETTIVO RAGGIUNTO

ALTRO OBBIETTIVO RAGGIUNTO

Ciao a tutti,

Un altro piccolo ma molto importante passo avanti grazie alla volontà della Direzione dell’ INPS di Lucca.

Il giorno 15 Luglio 2015, mentre mi trovavo a fare un giro per la città, mi resi conto che all’Istituto non era possibile accedervi dall’entrata principale perchè ci sono degli scalini e non potevamo neppure arrivare a suonare il campanello.

Parlando con la Direzione, fu esposto un cartello che indica l’entrata alle persone con disabilità motorie.

Allego foto

 

 

UNO DEI RISULTATI RAGGIUNTI

UNO DEI RISULTATI RAGGIUNTI

Ciao a tutti,

Questo è uno degli obbiettivi raggiunti grazie alla petizione popolare fatta da me due anni fa, la quale è stata protocollata IL 30 Giugno del 2015 e furono raccolte ben 513 firme.

Nell’Ottobre 2015, il comune di Lucca finalmente riuscì a fare una delibera  che ci consente  di sostare gratuitamente anche negli stalli blu esponendo il contrassegno disabili, ed ancora oggi è così.

delibera

VIA INGRILLINI ANCORA UNA VOLTA NELL’OCCHIO DEL CICLONE

VIA INGRILLINI ANCORA UNA VOLTA NELL’OCCHIO DEL CICLONE

Ciao a tutti,

Ieri mattina 1 Giugno, sono andato a girare un video, per dimostrare a tutti i cittadini quanto può essere pericoloso il marciapiede, realizzato circa un mese fa in Via Ingrillini per tutte le persone e soprattutto per chi ha difficoltà motorie, genitori con passeggino e persone anziane.

Faccio presente, a questa Amministrazione, che attualmente la ditta che ha eseguito i lavori sta continuando sul lato opposto.

Spero che i responsabili, cioè questa Amministrazione, prenda tempestivamente le proprie responsabilità nei confronti di chi ha sbagliato.

 

Questa Amministrazione è politicamente incapace.

Allego video

 

UNA PASSEGGIATA CONTRO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE, INSIEME A MARCO

UNA PASSEGGIATA CONTRO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE, INSIEME A MARCO

Ciao a tutti,

Oggi ho fatto un giro, per verificare la situazione attuale legata all’abbattimento delle Barriere Architettoniche. Per l’occasione ho chiamato con me l’amico Marco Becattini, coordinatore Regionale per la disabilità in Forza Italia Toscana e la Candidata al Consiglio Comunale Chiara Giusti, criminologa.

Questi sono alcuni dei lavori fatti dall’Amministrazione attuale che in alcuni casi non hanno tenuto conto della Legge 13/89 sull’abbattimento delle barriere architettoniche

  1. Pensilina alla stazione non accessibile, più volte contestata e mai risolta;

  2. Fontane situate sulle mura di cui una rimessa a norma, dopo contestazione, e una no;

  3. Panchine sulle mura, all’inizio quasi accessibili, adesso che è stata modificata la carreggiata pedonale, dobbiamo camminare sul ghiaino per arrivare ad accedere alle stesse;

  4. Marciapiede in Piazzale Verdi, era stato dichiarato che a Settembre veniva steso l’asfalto naturale ma ad oggi è ancora con il ghiaino;

  5. Stallo per disabili fuori Porta Santa Maria posizionato attorno a scalino quando basterebbe spostarlo e posizionarlo di fronte alla scesa che consenturebbe di salire sul marciapiede;

  6. Percorso Loges a Porta Elisa, questo ti porta a sbattere contro un muro mentre, presso la biblioteca Agorà, addirittura manca una parte di segnaletica.

  7. La tanto discussa rotatoria di Porta Elisa dove solo con la mia caparbietà sono stati ribassati i 5 scalini sugli attraversamenti pedonali di cui si prese carico delle spese la ditta appaltatrice;

  8. Altra clamoroso errore è il sottopasso di Via Ingrillini dove addirittura mi sono trovato costretto a far intervenire il Tg satirico “Striscia la Notizia” perche venisse sistemato il percorso pedonale;

  9. Viale Castracani dove sono stati creati i vari parcheggi, tra i quali anche gli stalli per disabili che tra l’altro risultavano essere sottomisura ed erano racchiusi da un cordolo i quali dopo circa due anni sono stati modificati entrambi, insistendo con le mie sollecitazioni;

  10. Dopo la mia petizione popolare, fatta nel 2015, siamo riusciti ad ottenere la sosta gratuita, come del resto in quasi tutti i Comuni d’Italia, esponendo l’apposito contrassegno.

Tutto questo è stato segnalato, portando alternative a questa Amministrazione ma, a tutt’oggi è stato fatto ancora poco.

Con la candidata Chiara Giusti vogliamo affrontare anche il Tema che lega il rapporto fra criminologia e disabilità…

Criminologia e disabilità Vi starete chiedendo quali siano mai le connessioni tra disabilità e criminologia e molti saranno tentati dal rispondere “nulla”. Non è così. Criminologia, sicurezza e disabilità sono sicuramente legate tra loro. La sicurezza urbana ha quale fine quello di prevenire la criminalità e quindi analizza i fattori che sono potenzialmente capaci di generare un reato: si spazia infatti dall’analisi del potenziale criminale a quella ambientale per arrivare a quella vittimologica. Alcuni soggetti sono considerati, nelle moderne teorie vittimologiche essere maggiormente vulnerabili: anziani, bambini, disabili e donne risultano appartenere infatti alla categoria delle “vittime fragili” in quanto hanno una minore possibilità di proteggersi. La stessa condizione di fragilità sembra essere purtroppo un fattore di incremento del senso di insicurezza e spesso anche un elemento di rischio della possibilità di subire concretamente un reato. La vulnerabilità delle persone disabili è sicuramente di tipo fisico ma a questa può aggiungersi una vulnerabilità sociale che deriva dal livello di integrazione che il soggetto raggiunge con la società: maggiore è l’integrazione sociale maggiori saranno i fattori di protezione dell’individuo stesso. La sicurezza percepita da un soggetto dipende infatti anche dalla sua integrazione, dal riconoscimento dei suoi diritti dal sentirsi libero di circolare e svolgere le attività quotidiane senza preoccupazioni. La sicurezza è indubbiamente un valore strettamente legato alla qualità della vita di una persona e si riflette nel livello di sicurezza della comunità stessa. La presenza di barriere architettoniche, la mancata fruibilità di spazi o di servizi porta il disabile ad essere maggiormente vulnerabile a causa dell’ isolamento sociale che si viene a creare, oltre ad accrescere la sua preoccupazione e, talora, genera un senso di frustrazione che lo rende, come in una pericolosa spirale, ancor più esposto al rischio di divenire vittima. Le persone con disabilità in un certo senso subiscono una “ violenza” ogni volta che viene negata loro la possibilità di partecipare alla vita attiva nella società. Le stesse rampe, gli accessi ed i passaggi dovrebbero inoltre, consentire al disabile, di poter avere la massima visibilità possibile, essere ben illuminati ed avere parapetti trasparenti in modo tale da aumentare i rischi per un eventuale autore di reato. Porre quindi attenzione alle esigenze dei soggetti maggiormente vulnerabili è sicuramente un investimento nella direzione di un accrescimento del livello di sicurezza, non solo per il singolo individuo, ma per l’ intera comunità dove si va ad agire.

Questa Amministrazione quanto realmente è vicina alle persone con difficoltà motorie? Veramente dobbiamo continuare con loro?

Questa Amministrazione è politicamente incapace!

20170128_094107

Percorso Loges inesistente.

20170601_143002

TEATRO DEL GIGLIO

Ciao a tutti,

Ieri sera 30 Maggio insieme al mio caro amico Lus Giusti abbiamo partecipato al dibattito tra gli otto candidati a Sindaco.

Io sono entrato in questo Teatro solo due volte di cui la prima volta ero in compagnia di un altro  amico, dove avevamo già trovato difficoltà per poter entrare ma alla fine ce l’abbiamo fatta in un modo o nell’altro e quindi decisi di lasciar perdere perchè sembrava fosse causale.

Ieri sera si è ripetuto lo scenario insieme a Lus, come sappiamo all’interno del Teatro c’è un montacarichi per poter accedere allo stesso, ma ieri sera non è stato possibile usufruirne perchè non era idoneo per il tipo di carrozzina usata da Lus.

I Vigili del Fuoco, di cui ringrazio, pur di aiutarci ad entrare, si sono inventati al momento una specie di rampa utilizzando due blocchi di cemento ed un pannello in legno.

Trovo veramente vergognoso che nel 2017 non sia possibile poter accedere liberamente e senza ostacoli in un Teatro come il Giglio.

Da oggi mi impegnerò affinche venga trovata una soluzione definitiva per quanto riguarda la libera accessibilità.

Allego il video girato.